Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

La fibrillazione atriale è frequente nei pazienti con malattia renale cronica. Tuttavia, non è noto l'impatto a lungo termine dello sviluppo di fibrillazione atriale sul rischio di esiti avversi renal ...


Lo studio multicentrico PROTECT AF ( Watchman Left Atrial Appendage System for Embolic Protection in Patients With Atrial Fibrillation ) è stato condotto per determinare se la chiusura della appendice ...


Un basso livello di magnesio nel siero è risultato correlato a un aumento del rischio di fibrillazione atriale dopo chirurgia cardiaca.Non è noto se la ipomagnesiemia predisponga alla fibrillazione at ...


Si è cercato di definire i fattori associati con la insorgenza di ictus e di embolia sistemica in un grande studio internazionale sulla fibrillazione atriale.Nello studio ROCKET AF, 14.264 pazienti co ...


Rimangono poco chiari i benefici a lungo termine della procedura maze nei pazienti con fibrillazione atriale cronica sottoposti a sostituzione della valvola meccanica che continuano ad avere bisogno d ...


L’obiettivo di uno studio di coorte retrospettivo svedese è stato quello di verificare se le donne con fibrillazione atriale fossero associate a un rischio maggiore di ictus rispetto agli uomini. S ...


Una conseguenza importante dei disturbi respiratori nel sonno è l'eccessiva sonnolenza diurna. L’eccessiva sonnolenza diurna è spesso predittiva di una risposta favorevole al trattamento dei distur ...


Studi sperimentali hanno indicato che gli Acidi grassi a lunga catena n-3 polinsaturi ( n-3 PUFA; Omega-3 ) possono ridurre il rischio di fibrillazione atriale.Sono stati confrontati precedenti studi ...


Sia la fibrillazione atriale sia la nefropatia cronica aumentano il rischio di ictus e di tromboembolismo venoso.Tuttavia, questi rischi e gli effetti del trattamento antitrombotico non sono stati val ...


Pochi studi prospettici hanno analizzato l'associazione tra funzionalità renale e rischio di fibrillazione atriale incidente in popolazioni apparentemente sane.Un totale di 24.746 donne parteci ...


Diversi studi hanno riportato che i marcatori infiammatori sono associati a fibrillazione atriale. La conta leucocitaria è un marcatore ampiamente disponibile e ampiamente utilizzato di infiamm ...


La fibrillazione atriale isolata sembra avere una prognosi favorevole a lungo termine. Un interesse significativo è stato rivolto ai fattori che predicono la progressione dell’aritmia, e ...


Secondo le ultime linee guida europee sulla gestione della fibrillazione atriale non-valvolare, tutti i pazienti di età pari o superiore a 65 anni dovrebbero essere trattati con terapia anticoagulante ...


La funzione renale è un noto predittore di morbilità e mortalità cardiovascolare. Sebbene i pazienti con fibrillazione atriale abbiano spesso disfunzioni renali, poco si sa circa l'associazione tra fi ...


La fibrillazione atriale è un'aritmia comune che ricorre frequentemente dopo il ripristino del ritmo sinusale. In una percentuale consistente di casi, le recidive di fibrillazione atriale sono ...