Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Miglioramento della saturazione di ossigeno del tessuto cerebrale dopo il successo della cardioversione elettrica nei pazienti con fibrillazione atriale


La perfusione cerebrale e microvascolare è ridotta nella fibrillazione atriale. Il mantenimento della perfusione cerebrale è importante nella malattia acuta e nel decorso di lungo termine.
La valutazione della perfusione cerebrale e l’ossigenazione è difficile nella pratica clinica.

Uno studio ha cercato di determinare le variazioni di saturazione di ossigeno del tessuto cerebrale ( SctO2 ) con la spettroscopia nel vicino infrarosso ( NIRS ).

Venti pazienti ( età media 67.7 anni; 50% di sesso maschile ), nei quali la cardioversione elettrica aveva avuto successo, sono stati studiati in modo prospettico.
Il gruppo controllo era costituito da 10 pazienti ( età media 64.2 anni; 80% uomini ) in cui la cardioversione non aveva avuto successo.

E’ stato osservato un aumento di SctO2 dopo cardioversione di successo, significativamente superiore rispetto ai pazienti che erano rimasti in fibrillazione atriale ( in media, SctO2 destra: 3.25 vs -0.13%, p=0.001; SctO2 sinistra: 4.27 vs -0.38%, P inferiore a 0.001 ).

Né la pressione arteriosa, né i cambiamenti di saturazione di ossigeno del sangue arterioso ( SaO2 ) differivano significativamente tra i due gruppi.

In conclusione, la saturazione di ossigeno del tessuto cerebrale aumenta in modo significativo dopo il ripristino del ritmo sinusale.
Il monitoraggio mediante spettroscopia nel vicino infrarosso è in grado di identificare i cambiamenti di SctO2 dopo la cardioversione di successo della fibrillazione atriale, indipendentemente dai parametri di monitoraggio standard ( MAP [ pressione arteriosa media ], SaO2 ).
La spettroscopia nel vicino infrarosso può essere utilizzata per rilevare deficit di saturazione di ossigeno a livello cerebrale nei pazienti con fibrillazione atriale o nei pazienti ad alto rischio di fibrillazione atriale. ( Xagena2014 )

Wutzler A et al, Europace 2014; 16: 189-194

Cardio2014 Neuro2014



Indietro