Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Valutazione del rischio di ictus senza terapia anticoagulante in uomini e donne con fibrillazione atriale di età compresa tra 66 e 74 anni senza altri fattori CHA2DS2-VASc


Esistono dati limitati da studi clinici e raccomandazioni discrepanti sull'uso della terapia anticoagulante nei pazienti con fibrillazione atriale di età compresa tra 65 e 74 anni senza altri fattori di rischio di ictus.

È stato valutato il rischio di ictus senza terapia anticoagulante in uomini e donne con fibrillazione atriale di età compresa tra 66 e 74 anni senza altri fattori di rischio CHA2DS2-VASc ( insufficienza cardiaca congestizia, ipertensione, età maggiore o uguale a 75 anni, diabete, ictus, malattie vascolari, età 65-74 anni, sesso femminile ) ed è stata esaminata l'associazione dell'incidenza di ictus con l'età del paziente.

È stato condotto uno studio di coorte retrospettivo basato sulla popolazione utilizzando database amministrativi collegati.
La popolazione coinvolta era composta da 16.351 individui di età compresa tra 66 e 74 anni a cui era stata recentemente diagnosticata fibrillazione atriale, in Ontario ( Canada ) tra il 2007 e il 2017.

I criteri di esclusione comprendevano: residenza per cure a lungo termine, precedente terapia anticoagulante, malattia valvolare, insufficienza cardiaca, ipertensione, diabete, ictus e malattie vascolari.
La funzione di incidenza cumulativa è stata utilizzata per stimare l'incidenza a 1 anno di ictus nei pazienti che non hanno ricevuto terapia anticoagulante.

È stata studiata l'associazione delle caratteristiche del paziente con l'incidenza dell'ictus e sono state derivate le stime del rischio di ictus a ciascuna età.
La morte è stata trattata come un rischio concorrente e i pazienti sono stati censurati se avevano iniziato la terapia anticoagulante.

L’esito principale era il ricovero per ictus.

Dei 16.351 individui con fibrillazione atriale ( età mediana 70 anni ), 8.352 ( 51.1% ) erano uomini; 6.314 individui ( 38.6% ) hanno iniziato la terapia anticoagulante durante il follow-up.

L'incidenza complessiva di ictus a 1 anno tra i pazienti che non avevano ricevuto terapia anticoagulante è stata dell'1.1% e l'incidenza di morte senza ictus è stata dell'8.1%.

L'incidenza di ictus non è risultata significativamente associata al sesso.

Il rischio di ictus stimato a 1 anno è aumentato con l'età del paziente a partire da 66 anni ( 0.7% ) fino a 74 anni ( 1.7% ).

Il rischio di ictus è più che raddoppiato in questo studio per uomini e donne con fibrillazione atriale ma nessun altro fattore di rischio CHA2DS2-VASc di età compresa tra 66 e 74 anni.
Questi dati suggeriscono che la terapia anticoagulante ha maggiori probabilità di beneficiare gli individui più anziani all'interno di questo gruppo di pazienti, mentre gli individui più giovani hanno meno probabilità di ottenere un beneficio clinico netto dalla terapia anticoagulante. ( Xagena2021 )

Abdel-Qadir H et al, JAMA Cardiol 2021; 6: 918-925

Cardio2021 Neuro2021 Farma2021


Indietro