Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Cardiobase
Xagena Mappa

Nuova strategia di trattamento della fibrillazione atriale di nuova insorgenza dopo chirurgia cardiaca: Vernakalant e Flecainide


Uno studio, prospettico e osservazionale, ha valutato l'efficacia di una nuova strategia di trattamento con Vernakalant ( Brinavess ), Flecainide ( Almarytm ) e cardioversione elettrica, in pazienti con fibrillazione atriale di nuova insorgenza dopo chirurgia cardiaca.

Hanno preso parte allo studio 24 pazienti con fibrillazione atriale di nuova insorgenza dopo chirurgia della valvola aortica, intervento chirurgico di bypass coronarico o procedure combinate.
Altri criteri, erano: età compresa tra 18 e 80 anni, durata della fibrillazione atriale inferiore a 4 giorni, peso corporeo inferiore a 100 kg e nessun precedente trattamento con farmaci antiaritmici di classe I o III.
I criteri di esclusione erano: ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS inferiore a 40% ) e storia di infarto miocardico entro 30 giorni.

I pazienti sono stati divisi in converter, non-convertiter in base alla risposta al trattamento combinato con Vernakalant e Flecainide.

L'età media della popolazione era di 69.6 anni, e il 26.1% dei pazienti era di sesso femminile.
Non c’erano differenze statisticamente significative tra i due gruppi in termini di altezza, peso corporeo, distribuzione di genere, comorbidità, farmaci preoperatori, funzione ventricolare sinistra e diametro dell'atrio sinistro.

Il setto interventricolare nel gruppo non-converter era significativamente più spesso rispetto al gruppo converter: 14.0 vs 10.40 millimetri ( p = 0.036 ).

Mentre 14 pazienti ( 60.9% ) sono stati cardiovertiti con successo a ritmo sinusale stabile grazie al trattamento farmacologico con Vernakalant e Flecainide, 9 pazienti ( 39.1%, gruppo non-converter ) è rimasto in fibrillazione atriale. Tuttavia, sette di loro sono diventati converter dopo ulteriore cardioversione.

In conclusione, la combinazione di Vernakalant e Flecainide ha migliorato il tasso di conversione a ritmo sinusale stabile nei pazienti post-intervento chirurgico con fibrillazione atriale di nuova insorgenza, rispetto alla monoterapia.
Inoltre questa combinazione potrebbe facilitare il successo della cardioversione nei pazienti che non sono cardiovertiti dopo l'utilizzo singolo di entrambi i farmaci antiaritmici.
L’ipertrofia ventricolare sinistra potrebbe essere un potenziale fattore predittivo negativo del successo della cardioversione farmacologica. ( Xagena2014 )

Zeriouh M et al, J Cardiothorac Surg 2014; 9: 83

Cardio2014 Chiru2014 Farma2014


Indietro