52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Apixaban versus Warfarin con Aspirina concomitante in pazienti con fibrillazione atriale


È stato valutato l'effetto dell’uso concomitante di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) sulla efficacia e sulla sicurezza di Apixaban ( Eliquis ) rispetto a Warfarin ( Couamdin ) in pazienti con fibrillazione atriale.

Nello studio ARISTOTLE, 18.201 pazienti sono stati randomizzati ad Apixaban 5 mg 2 volte al giorno o a Warfarin.
L’uso concomitante di Aspirina è stato lasciato alla discrezione del medico curante.

Le misure di esito hanno incluso ictus o embolia sistemica, ictus ischemico, infarto miocardico, mortalità, emorragie maggiori, ictus emorragico, sanguinamento non-maggiore grave o clinicamente rilevante e qualsiasi sanguinamento.

Al giorno 1, 4.434 pazienti ( 24% ) stavano assumendo Aspirina.

Indipendentemente dal concomitante uso di Aspirina, Apixaban ha ridotto ictus o embolia sistemica ( con Aspirina: Apixaban 1.12% vs Warfarin 1.91%, hazard ratio, HR=0.58; senza Aspirina: Apixaban 1.11% vs Warfarin 1.32%, HR=0.84; P interazione=0.10 ), e ha causato meno sanguinamenti maggiori rispetto a Warfarin ( con Aspirina: Apixaban 3.10% vs Warfarin 3.92%, HR=0.77; senza Aspirina: Apixaban 1.82% vs Warfarin 2.78%, HR=0.65; P interazione=0.29 ).

Risultati simili sono stati osservati nei sottogruppi di pazienti con e senza malattia vascolare arteriosa.

In conclusione, Apixaban ha prodotto effetti benefici simili quelli del Warfarin su ictus o su embolia sistemica e sui sanguinamenti maggiori, a prescindere dall'uso concomitante di Aspirina. ( Xagena2014 )

Alexander JH et al, Eur Heart J 2014; 35: 224-232

Cardio2014 Farma2014


Indietro